Ralph’s -Indirizzi di Stile a Parigi-

 

foto-3foto-2 copia 2

Non è il solito “Indirizzi di Stile a Milano”, all’ombra della Madonnina; no, questa volta mi spingo oltre le Alpi, a Parigi e precisamente sulla Rive Gauche, la riva degli artisti e degli scrittori, il lato bohémien della Ville Lumière. È qui, precisamente in uno dei due boulevard principali, il St. Germain, che si trova il posto di cui vi parlerò: Ralph’s.
Da Ralph, alias Ralph Lauren, ci si va a qualsiasi ora del giorno perché si fa colazione, il brunch, si pranza, l’aperitivo e la cena, è all’interno di un palazzo tipicamente parigino restaurato dallo stilista americano e durante la bella stagione si può mangiare fuori, nel cortile interno su cui si affaccia lo store (il più grande d’Europa). L’arredamento è in puro stile Ralph Lauren con rimandi alla Vecchia Inghilterra, boiserie alle pareti, quadri con scene di caccia e grandi cuscini scozzesi mentre eleganti rose rosse e bianche candele emanano una luce soffusa creando un’atmosfera suggestiva e anche romantica. La cucina è quella tipicamente americana: mai mangiato hamburger così buoni, la carne pare provenire dal ranch nel Colorato dello stilista stesso, accompagnate ovviamente dalle classiche french fries e il tutto servito su delicati piatti bianchi firmati e in cestinetti in argento. Nel menù sono presenti anche piatti di pesce, tra cui il salmone dell’Atlantico e una grigliata del Maine.
Non proprio economico, ma fattibile per una sera, Ralph’s è uno di quei posti eleganti ma comunque non impettiti, merito forse del tipo di cucina, in cui passare una romantica serata oppure andare anche in compagnia di amici. In ogni caso si deve prenotare.

Il mio consiglio? L’hamburger St. Germain e la brownies 😉

foto-2 copiafoto-2

Un tè nel deserto: Petra ed Emirati Arabi

La valigia è praticamente pronta, passeporto e biglietto ci sono, guide e macchine fotografiche (cariche) pure; cappello-sciarpa-protezione anche. Insomma, sono praticamente pronta, in partenza per la Giordania e gli Emirati Arabi. Una decina di giorni tra Petra, antiche rovine, il deserto di Laurence d’Arabia e il lusso più sfrenato, il futuro e i grattacieli più alti del mondo.
Vi dirò!

Buone vacanze! 🙂

“N°5 Culture Chanel”: la mostra al Palais de Tokyo

IMG01201-20130519-1826IMG01202-20130519-1908

 

A volte basta semplicemente un numero per evocare un mondo e ispirare: è quello che ha fatto il N°5, tra i profumi più famosi della storia, che dal 1921 a oggi è stata fonte di ispirazione per pittori e artisti in genere. Quella boccetta in vetro, squadrata e semplicissima se vogliamo è stata reappresentata in tutte le maniere possibili e immaginabili: su quadri, su schizzi, in televisione è stata protagonista di storie d’amore, ha ammansito i feroci lupi di Cappuccetto Rosso, ha avuto per la prima volta come testimonial un uomo. E’ uno stile, un’idea di eleganza, un concetto di lusso che ha sempre giocato sull’ambiguità del maschile e femminile.
La maison Chanel ha così deciso di raccontare il N°5 da un nuovo punto di vista: la cultura dietro al profumo, bozzetti e progetti dietro alla creazione provenienti direttamente dagli archivi della casa. Due piani di mostra in cui si scopre tutto sul profumo, comprese le note olfattive, che si possono annusare una ad una, la storia, le pubblcità che si sono susseguite nel corso degli anni (bellissime quella con Nicole Kidman e Audrey Tatou) e libri che raccontano la maison.
La mostra è gratuita, la fila infinita (specie se fatta sotto la pioggia!) ma all’interno vi viene regalato un libro sul N°5 (peccato che sia solo in francese…).

IMG_0844IMG_0868

 

Parigi, è qui che mi troverete -Pronti, partenza via!-

164470_506949349341127_646551558_n

Finalmente ci siamo! Tra qualche ora partirò per qualche giorno verso la Ville Lumière, girando, fotografando e scoprendo tutti i posti scritti nell’elenco “Andando a Parigi“. Non aggiornerò quindi il blog (dai su, per 4-5 giorni potrete fare a meno di me 😀 ) ma al mio ritorno, più carica e decisamente con più energie, si tornerà alla normale routine.

Inverno in Svezia, l’idea in più -Viaggio con stile-

Uno degli aspetti positivi dell’inverno? Tanti piccoli ponti e magari la possibilità di fare qualche giorno via. E se, come me, amate particolarmente questa stagione e la sua atmosfera un giretto in Svezia potrebbe fare al caso vostro.
Personalmente sono stata solo a Stoccolma, e per di più in agosto, però ho visitato Copenhagen nel pieno delle festività natalizie e, se anche la capitale svedese e le zone limitrofe son belle quanto la Danimarca, vi si assicuro che non ve ne pentirete. Andare infatti in Scandinavia durante l’inverno è come essere all’interno di una fiaba di Handers, con mille luci, candele, dolci appena sfonati, cannella e vischio, vin brulè da sorseggiare all’aperto…insomma, l’atmosfera merita davvero!
Il tutto inizia a fine novembre, con la prima domenica d’Avvento, quando tutte le città si illuminano e ogni finestra viene decorata con le tipiche stelle e candele dell’Avvento, e i mercatini di Natale invadono le strade cittadine; il più grande, e forse ancor più caratteristico, si trova a Goteborg che viene invece inaugurato a metà novembre.
E, tra tanto girare sicuramente vi verrà un certo languorino: niente di meglio allora di dolci allo zafferano e bisoctti allo zenzero, perfetti assieme al glogg,  il loro vin brulè servito con uvetta e mandorle, ideale visto anche le rigide temperature!

Per saperne di più, fate un giro sul sito dell’ente del turismo svedese.

 

Il Marocco chiama -Buone Vacanze!!-

Alcuni mesi fa davanti alla collezione smalti di YSL mi ero esaltata tantissimo: colori accesi, vibranti e belli carichi, rossi, arancioni, fucsia e l’inconfondibile bleu majorelle. La mia esaltazione era dovuta non solo alla bellezza della collezione in sè ma, soprattutto, al fatto che sembrava essere stata pensata apposta per me visto che racchiudeva tutti le tonalità tipiche della mia prossima destinazione: il Marocco.
E ora ci siamo! Domani a quest’ora sarò a Casablanca, totalmente immersa in un’altra cultura che mi coinvolgerà per diversi giorni.

Buone vacanze!!!

ps. inutile dire che lo smalto sulle mie unghie è Bleu Majorelle 😉