Sulla Pasqua, lo star bene e il relax -Immagine di Stile-

TuttoPuòSuccedere

Ecco che cosa ho voglia di fare quest’anno a Pasqua specie visto che è previsto brutto tempo: pigiama, abiti comodi, semplici ma di quelli gustosi che ti soddisfano, atmosfera rilassata ma elegante e, perché no, un po’ di musica francese in sottofondo. Ah, la persona speciale non può mancare: l’innamorato, gli amici, se stessi…

Maleficent= Angelina Jolie+Mac+ LA strega cattiva

Lei è LA strega, quella per eccellenza, quella vestita interamente di nero, cattivissima eppure affascinante. Lei è Malefica. E se, invece di raccontare la solita storia di Aurora che, addormentata dopo essersi punta con un fuso, non si raccontasse proprio la storia di questa strega? E ancora, se questa terribile strega avesse il volto splendido di Angelina Jolie? E aggiungiamo: se la star premio Oscar non fosse truccata dai make-up artist di MAC, decisi poi a lanciare una capsule collection per il prossimo giugno?
Malefica+Angelina Jolie+ Mac+ la colonna sonora di Lana del Rey= Maleficent.

In uscita in Italia il 28 maggio

 

I 12 outfit più belli del 2013

anja_rubik_en_saint_laurent_par_hedi_slimane_974914476_north_545x.1 carey_mulligan_en_balenciaga__121912634_north_545x.1 karlie_kloss_en_louis_vuitton_571308096_north_545x.1

12 outfit, i più belli che secondo me hanno sfilato sul red carpet nei 12 mesi appena conclusi. Ecco quelli che vorrei nel mio armadio, subito ed ora!
.Anja Rubik in Saint Laurent, pe 2013: questa collezione l’ho amata tutta, dalla prima all’ultima uscita!
.Carey Mulligan in Balenciaga, ai 2013/’14 al Met: per la grazia e l’eleganza con cui è indossato
.Karlie Kloss in Louis Vuitton, ai 2013/’14 al Met: adoro gli anni Venti e le piume in movimento!
.Kristin Scott Thomas in Armani Privè ai 2013/’14: è un Armani Privè blu notte. Non c’è da aggiungere altro.
.Jessica Miller, a Cannes: quanto mi piace la camicia bianca, il reggiseno a vista e una lunga gonna in paillettes nere o blu notte!
.Liya Kebede in Roberto Cavalli, ai 2013/’14 a Cannes: luminoso senza essere volgare
.Marion Cotillard in Christian Dior, precollezione ai 2013/’14: perché semmai dovessi sposarmi, un abito del genere sarebbe perfetto!
.Olivia Wilde in Gucci, alla première di Rush: la sensualità è anche una giacca nera indossata a nudo e un paio di labbra rosse.
.Rosie Huntington-Whiteley in Christian Dior, su misura: perché è bianco, è corto eppure elegante, ha la gonna a tulipano ed è stato realizzato su misura!
.Rosie Huntington-Whiteley in Isabel Marant pe 2014: una giacca dorata è per sempre (parte 1)!
.Sofia Coppola in Louis Vuitton precollezione ai 2013/’14 alla première di Bling Ring: perché una giacca dorata è per sempre (parte 2)!
.Tilda Swinton in Haider Ackermann, ai 2013/’14: per tutto.

kristin_scott_thomas_en_armani_priv____482055094_north_545x.1 le_look_black___white_de_jessica_miller_418501167_north_545x.1 liya_kebede_en_roberto_cavalli_449107479_north_545x.1

marion_cotillard_en_christian_dior_367880064_north_545x.1 olivia_wilde_en_gucci_592701530_north_545x.1 rosie_huntington_whiteley_en_christian_dior__568083052_north_545x.1

rosie_huntington_whiteley_en_isabel_marant_870083684_north_545x.1 sofia_coppola_en_louis_vuitton_327511003_north_545x.1 tilda_swinton_en_haider_ackermann_346161361_north_545x.1

Vacanze Romane: i 60 anni di uno stile

Esattamente 60 anni fa, il 27 agosto 1953, usciva sul grande schermo un film, una favola quasi, dalla trama tanto nota quanto romantica che avrebbe conquistato tutti un pò per la storia, un pò per la location e un pò, anzi tanto, per la protagonista. Vacanze Romane è stato il film che ha inaugurato un’epoca, quella della Dolce Vita, e ha fatto conoscere al mondo intero una giovanissima attrice di origine belga che fece innamorare il mondo con i suoi grandi occhi, il fisico longilineo e l’eleganza innata: lei era Audrey Hepburn e la città era Roma.
A distanza di oltre mezzo secolo cos’è rimasto di quelle Vacanze Romane? Indubbiamente la Città Eterna, anche se un pò meno la Dolce Vita, la Vespa, così pratica e comoda presente in ogni angolo di strada italiana, lo stile di Audrey così semplice eppure così difficile da eguagliare e poi quel romanticismo, quell’Italia solare, più “verace” e genuina, di cui forse si sente un pò la nostalgia.
Sfilata Dior GivenchyPiaggio
Una Vespa, un rossetto rosso e una gonna anni Cinquanta per moderne Audrey

Marion Cotillard indossa Dior Cruise Collection 2014

senzanome

La sfilata c’è stata solo sabato, io ne ho appena parlato eppure ecco qui la Cruise Collection di Dior del 2014 ha già sfilato anche sul red carpet. L’occasione è stata la presentazione di Blood Ties a Cannes durante la quale Marion Cotillard, testimonial della maison parigina, ha sfoggiato uno dei modelli della collezione. Cosa dire se non perfetta!

Dior, Cannes e l’inaugurazione del Festival

Le più attese (almeno per me)? Nicole Kidman, tra le giurate di quest’edizione, e Carey Mulligan. E nessuna delle due mi ha deluso ieri sera anche perchè hanno entrambe scelto creazioni di Dior Haute Couture, quindi era praticamente impossibile sbagliare!
Lampi fluo sull’abito in stile new look per l’attrice australiana che ha scelto delle décolleté di Salvatore Ferragamo: di lei mi piace tutto, il make-up, semplice, che punta sul rossetto, una splendida punta di rosa scuro (L’Oreal, vero??), l’acconciatura non banale e dei semplici punti luce, più dei fari ormai, alle orecchie. Perfetta!
Diafana invece la protagonista di The Great Gatsby: l’abito lungo color rosa pallidissimo, quasi bianco, le stava d’incanto (peccato che la gonna sul fondo fosse ormai stropicciata). Mi è piaciuta di meno l’acconciatura, improbabili extension bionde lasciate sciolte, e la punta di rosso scelta per le labbra. Comunque, c’è da dire che Dior ha fatto centro con la sua collezione scelta anche da Julienne Moore.
Altri look degni di nota? Il rosso Oscar de la Renta sfoggiato da Isla Fisher che le donava tantissimo, meno la parure di gioielli scelti, e la candida Ines de la Fressange con le sue argentee Roger Vivier ai piedi!

Carey Mulligan

Balenciaga e Carey Mulligan a Cannes per The Great Gatsby

Carey Mulligan In Balenciaga - 'The Great Gatsby' Cannes Film Festival Photocall
Foto da RCFA

E’ tutto pronto: sulla Croisette è arrivato l’intero cast de Il Grande Gatsby che inaugurerà l’edizione 2013 del Festival. Tra il regista (grandissimo!) Baz Luhrmann e Leonardo Di Caprio spicca lei, Carey Mulligan, con la sua pelle diafana e la chioma biondo chiaro. E penso: ok, non so se mi piaci veramente, mi sembri un pò “sciapina” però il completo che hai scelto di Balenciaga (ai 2013) è splendido!
Nero, pantaloni maschili leggermente rimboccati, corpetto a mezzaluna lavorato tono-su-tono e minifiocco bon-ton. Meraviglioso! Poi tu, Carey, con un morbido raccolto, il make-up nude, un pò di mascara e quei punti luce…bellissima! Unica nota che non mi piace? Le scarpe di YSL. Eh, nessuno è perfetto ahimè!

Festival di Cannes 2013: Il Grande Gatsby, il photocall con Leonardo DiCaprio e Carey MulliganFestival di Cannes 2013: Il Grande Gatsby, il photocall con Leonardo DiCaprio e Carey Mulligan

Miuccia Prada+ Catherine Martin+ The Great Gatsby= voglio tutto!! -Desiderio del Giorno-

Che ormai la “The Great Gatsby-mania” stia dilagando è un dato di fatto: gli anni Venti, Zelda e Francis, il jazz, piume e paillettes sono veramente ovunque! Se poi si fa un salto in libreria è finita! Aldilà del capolavoro di Fitzgerald, è tutto un tripudio sulla celebre coppia e sulla loro travagliata storia d’amore (anche se, diciamocelo, quant’era romantica??!!), sull’epoca di delirio e isteria e su tutti i personaggi che l’hanno vissuta. A pochissimi giorni dall’uscita del remake di Gatsby, il livello di attesa è ormai alle stelle merito (o forse colpa?) delle collaborazioni super blasonate che Catherine Martin, costumista della pellicola, è riuscita a mettere assieme in un solo film: Brooks Brother’s, Tiffany&Co. e Miuccia Prada.
Ora, mentre attendo l’uscita nelle sale cinematografiche, guardo l’intervista della costumista in merito al suo lavoro svolto con Miuccia e penso: ma se io volessi tutto?? I completi sartoriali degli uomini, gli abiti con profonde scollature delle donne, l’abito di cristalli di Daisy con la mini mantellina, le stole, i copricapi piumeggianti, le pagliette maschili…insomma tutto! Chiedo troppo???