Profumi: i miei preferiti -Ricordi, emozioni, innamoramenti-

207681_10151329607178168_482964882_n

Parlo spesso di profumi per lavoro: li annuso, mi vengono raccontate storie e materie prime, ispirazioni che hanno dato vita a fragranze più o meno riuscite. Mi piace! Però non mi capita spesso di parlare dei miei profumi preferiti, o comunque di quelli che per qualsiasi motivo mi sono rimasti impressi…per cui ne approfitto! Una lista, un elenco, magari una classifica, chi lo sa, dei profumi che mi piacciono o mi sono piaciuti, che non necessariamente uso ancora oggi e che, altrettanto non necessariamente, sono per forza di nicchia o pregiati ma dietro ai quali spesso e volentieri c’è un ricordo.
.Tè e Cedro, Erbolario: è stato il mio primo profumo un pò più “serio”, comprato attorno ai 13 anni e usato per non so quanto. Lo adoravo e, se non è cambiato, lo adorerei ancora oggi. Profumo e linea corpo, avevo tutto di questa fragranza! Perfetto, leggero e fresco, con due note che amo e che, se ci ripenso, mi fa ritornare in mente il primissimo bacio.
.Thè Verde, L’Occitane: è l’estate, punto. Sotto la doccia con il bagnoschiuma, fuori con la crema corpo, una fragranza delicata e fresca, poco impegnativa come le giornate estive e di vacanza. E il profumo non è da meno.
.Virgin Island Water, Creed: decisamente più impegnativo, specie a livello di prezzo. Lo uso principalmente d’estate, anzi ormai è diventato il profumo delle mie estati; mi piace poi la boccetta col tappo di quella particolare tonalità di blu metallizzato.
.Opium, YSL: è un ricordo d’infanzia, un pò la mia madeleine. Quand’ero bambina lo usava mia mamma, l’ho sempre trovato estremamente intrigante e da piccola mi affascinava il fatto che fosse ispirato alla Cina imperiale e che Yves Saint Laurent avesse fatto scandalo.
.Fahrenheit, Dior: è come Opium, solo che questo lo usava mio padre. E, proprio per questo motivo, ancora oggi lo associo a un profumo “da papà”, per un uomo maturo.
.Acqua di Giò, Giorgio Armani: oh, con la versione maschile ho avuto un vero e proprio rapporto d’amore fino tipo ai primi vent’anni. Si andava in discoteca e tutti i ragazzi lo indossavano e il profumo si mescolava all’odore delle sigarette (sì, io ho iniziato ad andare in discoteca quando ancora si poteva fumare nei locali pubblici..) e, ovviamente, il ragazzo dell’epoca che mi piaceva lo indossava. Ora, a distanza di anni e soprattutto dopo averne annusati moltissimi altri, devo dire che non mi piace più, anzi mi infastidisce quasi e trovo gli uomini che lo indossano abbastanza banali e piatti. Però è un ricordo indelebile ormai che mi provocava lo stesso scombussolamento ormonale di un altro profumo che invece adoro ora.
.Aventus, Creed: esattamente questo! Aventus di Creed che, pur conoscendolo benissimo, mi stupisce e provoca ogni volta. Un uomo che indossa questo profumo a prescindere mi piace, anche se è il più brutto sulla faccia della Terra…se poi mi piace pure, ciao la frittata è fatta! Non so per quale strano motivo, sarà quel mix tra ribes nero, ananas, betulla, mela, patchouli e chi più ne ha più ne metta. Tra l’altro ora è disponibile anche la candela…non l’ho ancora presa, consapevole del fatto che passerei le mie giornate a sniffarla e non sarebbe carino!
.Not a Perfume, Juliette has a Gun: è il mio profumo, punto. Lo indosso ormai praticamente sempre, si adatta perfettamente al mio stile, a come mi vesto e a quello che faccio, poi mi piace l’idea di un profumo formato un unico ingrediente. Pulito, semplice, “easy to wear”.
.Aqua Universalis, Maison Francis Kurkdjian: l’avete mai sentito???!! Fresco, inebriante, energizzante…lo adoro sia nella versione “classica” in quella Forte.
.Romantina, Juliette has a Gun: è stato il primo profumo annusato del marchio. Quand’ero bambina capitava che andassi a trovare coi miei genitori una zia di mia mamma e che trovassi affasciante la sua casa, un perfetto mix arredo di design lasciato quasi sempre in penombra per non fare entrare il caldo estivo. Timidamente, mi affacciavo alla camera da letto di questa zia e, grazie al sole che filtrava tra le persiane, vedevo il suo comò dov’erano appoggiati bigiotteria, profumi e i trucchi: nell’aria c’era quell’odore di talco, di ciprie di una volta, di rossetti di un tempo, quell’aroma che il make-up di oggi non ha più. E mi piaceva tantissimo, era un odore che mi riempiva il cuore quasi, sarei stata ore lì impalata ad annusarlo. Ecco, Romantia è così, mi ricorda tutto ciò.
.Cafè Rose, Tom Ford: il nome, la boccetta semplice ma raffinata, la fragranza inebriante…che bontà!
.Quercus, Penhaligon’s: la boccetta che ho l’ho comprata da Fortnum&Mason, servita da uno dei loro commessi in tight (e già solo per questo, adoro quel posto!). Mi piacciono molto le fragranze unisex, che svelano il lato maschile di ogni donna. E poi, il sapone e la crema mani sono spaziali!!
.Notorious, Ralph Lauren: ho l’atroce dubbio che non sia più in commercio…

 

4 thoughts on “Profumi: i miei preferiti -Ricordi, emozioni, innamoramenti-

  1. Mi piace molto questo post.
    Anche il mio primo profumo è stato dell’Erbolario, vaniglia e zenzero …..
    Attualmente, invece, non ho ancora trovato “il mio”, anche perché mi piace spesso cambiare in base all’umore, alla stagione, e perché no, anche all’abbigliamento …… è come un accessorio che si coordina o contrasta con il resto.
    Cmq mi piacciono molto l’Acqua Fiorentina del Creed, Romantica (come te) di Juliette Has a Gun, Miss Fracas e in generale, i profumi di Serge Lutens (Un bois vanille, Clair de musc e Fleurs d’Oranger).
    Poi, mi affascina sempre la vecchia produzione di Guerlain!
    Infine ho una particolare predilezione per Amouage, specialmente Honour, ma ho solo e sempre preso campioncini …….. non sono ancora pronta!
    Ho provato Virgin Island Water, su tuo consiglio, e l’ho trovato buono, ma forse si sente un po’ troppo il “cocco”, invece mi incuriosisce Not a Perfume, mi dici qualcosa in più?

    Manu

  2. Anche a me piace cambiare e, come te, abbino il profumo a quello che indosso, alla situazione etc etc, però con Not a Perfume mi ci trovo proprio bene! Lo sento mio. Cmq, se ti capita, provalo ma sulla pelle non sulla mouillette perchè è un profumo che si adatta esclusivamente alla tua pelle, per cui non avrebbe senso provarlo sul cartoncino; è formato da un unico ingrediente, l’ambroxan, da qui il nome, è estremamente minimale e pulito però al contempo molto sensuale e “animalesco”, passami il termine. Penso che sia tra i più venduti della casa.

  3. Ok, proverò … ops ho scritto Romantica e non Romantina, faccio mea culpa … (anche se forse è il computer che mi cambia le parole …uffa!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...