Schiaparelli: il ritorno di un mito

Punto 1: si scrive Schiaparelli, con UNA sola P…guai a farvi beccare a scrivere il nome con doppia P
Punto 2: se non sapete di chi sto parlando, leggete Shocking Life la sua autobiografia. E’ una lettura scorrevole, è piacevole e comunque, a prescindere, leggere un libro non ha mai ucciso nessuno!
Punto 3: se siete fan del minimale, del duo bianco-nero e per voi il grigio è la massima espressione di colore, astenetevi. La Schiap, com’era soprannominata, era famosa per le sue amicizie anti-convenzionali, leggi Dalì, per le sue tonalità accese, inventò proprio il rosa shocking, e per le sue fantasie con cui di certo non passava inosservata…per intenderci, andava in giro con un cappello a forma di scarpa rovesciata e ricamava aragoste sugli abiti.
Punto 4: era italianissima, romana per la precisione, ed è stata una delle tante a migrare a Parigi.

Detto questo, ora il momento è arrivato: il ritorno sulle scene di una delle maisons che hanno segnato il ‘900 e che era sparita con la morte della fondatrice. Rilevata da Diego della Valle, la casa di moda ha presentato la sua prima collezione di haute couture: il direttore creativo? Cambierà di stagione in stagione. A inaugurare questa nuova fase della maison ci ha pensato Christian Lacroix che ha presentato una collezione basata sulla funzionalità degli abiti Schiaparelli, visto il drammatico momento storico in cui erano creati, più che sulle loro nuances e decori surrealistici. Funzionalità quindi come punto di partenza a cui si sommano poi i ricami francesi più pregiati, quelli del laboratorio di Lessage, i tessuti italiani più belli e i gioielli di Veronique Narci.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...