Chanel 1932, la collezione di alta gioielleria della maison

“Voglio gioielli che scivolino tra le dita come un nastro di seta”.
Era il 1932 quando Coco Chanel iniziò una nuova rivoluzione, una delle tante firmate con la doppia C: nel novembre di quell’anno la celebre stilista presentò la prima collezione di alta gioielleria nel suo appartamento, al 29 Faubourg Saint- Honoré.
Incaricata dai commercianti di diamanti, la nuova linea aveva come protagonista proprio la pietra più preziosa, il diamante che, tagliato e riassemblato, si fuse con le linee del gioiello stesso. Coco Chanel crea così un nuovo stile nell’alta gioielleria, molto più moderno e contemporaneo rispetto a quello antiquato di tutti gli altri gioiellieri di Place Vendome.
Le creazioni erano realizzate senza chiusura, le collane erano molto più lunghe e assumevano le forme di stelle, leoni e comete; cinque collezioni (5 era il suo numero fortunato) per le Bijoux de Diamants che racchiudevano i simboli della maison, tra piume, frange e costellazioni e venne presentata non su cuscini di velluto nero ma su semplici manichini di cera su cui erano appoggiate le splendide creazioni.
Ora, a distanza di 80 anni, quell’evento che cambiò il mondo dell’alta gioielleria viene celebrato con una nuova collezione, 1932, presentata poco per volta in questi mesi dalla maison di moda: 80 gioielli realizzati con diamanti bianchi, gialli e neri e concepiti come una preziosa costellazione.
Ma l’omaggio a quella collezione non si ferma qui…

Immagini da Vogue.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...