Valentino uomo, a-i 2013/’14: eleganza inglese, sensualità italiana

Guardo il moodboard della sfilata di Valentino e non può che piacermi! E’ tutta lì, la storia della moda maschile, la sartorialità inglese di cui tanto vado in giro a “blaterale”, l’eleganza di un completo creato su misura, senza fronzoli e orpelli, minimale e pulito nelle linee e nei colori. Una giacca ben tagliata, il pantalone lungo al punto giusto, una bella camicia bianca magari con una cravatta, meglio se stretta che fa tanto anni Settanta; e poi lo smoking alla James Bond. E cosa c’è di più britannico di James Bond, Regina a parte? Forse Michael Caine, che proprio in quel decennio (ma sicuramente anche ora) frequentava Savile Row, Mick Jagger e i Beatles e poi David Bowie e la bombetta, magari accompagnata dall’immancabile ombrello.
E se a tutto questo aggiungessimo la sensualità italiana, latina? (che, va detto, non è propria dei modelli scelti…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...