Profumi: quando lo spot ti conquista

Ci sono profumi che lasciano il segno: la loro essenza, la loro fragranza, rimandano a qualcosa d’altro, momenti e suggestioni che entrano immediatamente nel nostro bagaglio sensoriale. Ma accanto ci sono anche quelli che, nonostante le mille promesse, le belle parole e le splendide immagini che celano non ci colpiscono, non finiscono di piacerci. Eppure, anche in questo caso, c’è un qualcosa che ci attrae: la sua ispirazione. Un ballerino di flamenco, una donna affascinante ma irraggiungibile, un’altra maliziosa e romantica, città dal ritmo frenetico o isole sperdute nell’oceano, un lungo viaggio compiuto prima di arrivare alla Maison. Suggestioni, ispirazioni, sogni: sono queste le storie dietro a un profumo, a volte più affascinanti del profumo stesso, che prendono vita durante lo spot. La musica, i protagonisti, il racconto, tutto ciò colpisce lo spettatore e lo ammalia.


1 Milion e Lady Milion, Paco Rabanne: divertente e ironico. Bella musica!


Coco Mademoiselle, Chanel: elegante e raffinato lo spot, sfuggente e irraggiungibile la donna.


J’Adore, Dior: un lungo viaggio e la voce di Charlize Theron. Splendido!


Miss Dior, Dior: malizioso e romantico, così parigino!


N°5, Chanel: Nicole Kidman, Baz Luhurman e Chanel, cosa chiedere di più?


Opium, YSL: opulento.


L’Air du Temps, Nina Ricci: ricordi di bambina, a tratti inquietante.


Dior Homme Intense, Dior: due sole parole, Jude Law e Londra.


Acqua di Gioa, Giorgio Armani: paradisiaco.


Classique, Jean Paul Gaultier: raffinato, così italiano!


Egoiste, Chanel: altro ricordo di bambina, passata alla storia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...