Diptyque candele: ecco come nascono -Il video-

Ormai si sa: amo le candele e, in modo particolare, quelle di Diptyque (anche se, ammetto, sono veramente curiosa di conoscere e sentire meglio quelle di Cire Trudon; ma questa è tutta un’altra storia…); dicevo, amo le candele di Diptyque per le loro profumazioni, non ne ho ancora trovata una che non mi piaccia, per il loro packaging semplice eppure elegante e chic, perfettamente riutilizzabile, per la loro persistenza. In famiglia ne facciamo un gran uso, d’estate o d’inverno emanano praticamente sempre le loro essenze e, spesso e volentieri, si trovano anche nei luoghi un pò più insoliti e inaspettati, come nei bagni o in cucina. Feu de Bois è sempre accesa assieme a Pomander, così come 34 o Mimosa e ora si alternano a Sapin Dorè, una delle tre candele di Natale dedicata alle Mille e una Notte.
Però, essendo fondamentalmente una persona curiosa per natura, mi sono sempre chiesta come nascessero queste particolari candele: detto, fatto. Qualche mesetto fa Diptyque ha presentato un video girato nei laboratori del marchio dove quotidianamente gli artigiani producono le creazioni del marchio parigino.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...