Kiehl’s, Diptyque, Smith’s: i burrocacao contro le labbra screpolate -Dalla mia mensola-

A differenza della maggior parte delle persone, io adoro l’inverno: mi piacciono i cappotti e i guanti, le sciarpe e i cappelli, mi piace la sensazione del freddo, il tè da bere al pomeriggio e le domeniche pigre tipiche della stagione, adoro la cucina invernale! Ma, come tutti, anch’io d’inverno ho un piccolissimo problema: labbra e mani secche. Tralasciando le seconde, mi concentro sulle prime che, praticamente da settembre fino a maggio, tendono molto facilmente alla screpolatura…in pratica, posso evitare di mettere il burrocacao ogni singolo minuto solo per 3 mesi l’anno. Un buon risultato direi! Ciò mi rende praticamente una sorta di esperta in tema di burrocacao, un guro che le ha provate praticamente tutte, scartando e buttando quelli che non valgono assolutamente nulla.
Ora, Labello a parte che personalmente trovo ottimo, ne compro sempre una quantità incredibile, specie quando sono all’estero…più che con una calamita, torno a casa sempre con un lip balm; e ora sulla mia mensola ci sono solo quelli che, a qualsiasi ora del giorno e della notte, e a qualsiasi temperatura, proteggono le labbra perfettamente.
Allora, partiamo da sinistra: il barattolino firmato Kiehl’s. Non esattamente economico, io l’avevo pagato attorno ai €10,  ammetto che l’odore non è proprio dei migliori però è perfetto per il periodo autunnale. Accanto c’è invece il lip balm firmato Diptyque: si chiama Onguent Fondant e fa parte della collezione “The Art of Body Care” che racchiude tutte le più antiche tradizioni di bellezza del Mediterraneo. Il burrocacao è a base di papavero, i cui principi idratanti sono usati da secoli dalle donne di Fes, in Marocco. Anche questo non economico, €24, ma efficacissimo.
Accanto l’idratante di Agatha Ruiz De La Prada, al gusto di Kiwi e facilmente riconoscibile dal packaging pop, comprato a Barcellona per pochi euro; poi il Rose Petal Salve, buonissimo alla rosa, lascia le labbra leggermente colorate ed è perfetto per lenire le piccole screpolature, acquisto londinese, da Fortum&Mason. Restanto sempre in tema di rosa, ho recentemente comprato il Minted Rose di Smith’s: i primi secondi dopo averlo spalmato, la menta ha un effetto fortissimo sulle labbra che però poi restato molto idratate. Questo l’ho trovato da American Apparel (€10), al negozio qua di Milano. E, infine, per me la vera manna dal cielo, specie nei mesi di dicembre-gennaio-febbraio: il lip therapy con aloe vera Vaseline comprato a Heathrow. Perfetto, eccezionale, una sola passata prima di andare a dormire e la mattina dopo la bocca è morbidissima e il profumo poi è buonissimo! Peccato che in Italia non lo si trovi…e che tutte le volte partono una serie di sorrisettini maliziosi davanti alla parola “vaseline”…va beh!
Ultimo ma non ultimo, uno stick naturale comprato a Stoccolma al gusto di lime e basilico: messo poche volte, lo ammetto, non perchè non sia ottimo ma perchè l’odre del basilico mi ricorda troppo quello della pasta al pesto, che adoro, e inevitabilmente mi vien fame…

Advertisements

2 thoughts on “Kiehl’s, Diptyque, Smith’s: i burrocacao contro le labbra screpolate -Dalla mia mensola-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...