Cappelli e profumi…. -da WorkDiary-

Cappelli e profumi: due accessori immancabili a sentire i loro creatori. Donano quel tocco in più al proprio look e svelano parte della propria personalità e originalità. Riguardo ai primi ne ho parlato con Francesco Ballestrazzi, magico cappellaio che riesce sempre a creare cappelli adorabilmente stravaganti; per la bella stagione ha preso ispirazione dal mondo del thè e dall’allure degli anni Cinquanta. Ma con lui ho parlato anche di Milano, città dura fuori ma tenera dentro, e con la quale ha avuto un rapporto contrastante.
Jeanne Couture, Black Jade, L’Eau Nirique, Romantina e La Petite Robe Noire sono invece cinque nuove fragranze che profumano di primavera e celano dietro viaggi e storie appassionate.

Entrambi su Workdiary.it

2 thoughts on “Cappelli e profumi…. -da WorkDiary-

  1. Certo che i profumi sono indispensabii! Senza le mie sciarpe imbevute di fragranze, in cui affondare il naso, non potrei viaggiare sui mezzi pubblici. Ci vorrebbero dei controllori-annusatori!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...